Si avvicina anche quest’anno il 25 Aprile, giorno in cui si commemora la Liberazione dell’Italia dagli orrori del nazifascismo. L’incredibile lotta che compirono i partigiani fu fondamentale per ricostruire dalle macerie un paese distrutto nei venti anni durante i quali il fascismo avevano cancellato ogni libertà sociale e civile, mutilato la stampa, impedito ogni dibattito sociale e politico e affiancato la politica genocida di Hitler.

La Costituzione Italiana, nata dalla Resistenza, vuole che la nostra sia una Repubblica Democratica e Antifascista, pertanto la lotta partigiana non finisce il 25 Aprile 1945, ma continua ancora oggi, e i partigiani di questa nuova Resistenza contro le nuove forme di fascismo siamo innanzi tutto noi studenti.

La CPS di Roma ha il compito di sensibilizzare i giovani sul tema dell’Antifascismo, mettendo in rilevanza quanto questo sia necessario e, soprattutto, attuale.

MODALITÀ:

A quanti studenti lo richiedessero, la CPS Roma fornisce contatti di alto profilo da invitare in momenti assembleari organizzati in tutte le scuole del territorio, durante i quali si possa focalizzare il periodo storico della Resistenza e comprendere quanto attuali siano quei valori, attraverso il contributo dei partigiani dell’Associazione Italiana Partigiani Italiani e dei giornalisti della Rete #NOBAVAGLIO, con i quali spesso la CPS Roma ha avuto il privilegio di collaborare.

Inoltre, in linea con quanto scritto, la CPS Roma si impegna ad aderire e a promuovere il grande corteo che verrà organizzato in data 25 Aprile p.v.

Le attività organizzate dalle scuole e la giornata del corteo stesso saranno raccontate e rendicontate da un elaborato dei ragazzi della Commissione Memoria Storica e Antifascismo.