Verbale della riunione della Commissione pari opportunità e diritti

Il 26 aprile 2018 all’interno dell’Assemblea Plenaria della Consulta Provinciale degli Studenti di Roma si riunisce la Commissione Pari Opportunità e Diritti con 24 studenti presenti su 32 totali.

Il Presidente di Commissione legge un documento scritto da lui e da un altro membro della Commissione risalente alla polemica scaturita dal Rav del Liceo Visconti (in allegato al Verbale) e lo pone in discussione per poterlo poi inviare agli organi competenti. I presenti approvano il documento all’unanimità e esprimono parere favorevole affinché il testo venga inviato agli organi competenti.

Il Presidente apre la discussione su un progetto che la Commissione dovrà formulare e poi sottoporre all’approvazione del Consiglio di Presidenza della Consulta.

L’idea originaria è quella di organizzare un concorso aperto a tutte le scuole della Provincia sul tema delle pari opportunità, dell’uguaglianza dei diritti e della convivenza sociale al quale i ragazzi potranno partecipare producendo qualsiasi lavoro inerente al tema (brani musicali, disegni, fumetti, testi, poesie…).

Si pensa di concludere il concorso all’interno di una giornata finale di premiazione e di sensibilizzazione alla quale si possono legare diversi momenti.

Nonostante l’idea piaccia molto, i membri della Commissione sono concordi nell’affermare che il progetto è ambizioso e che serve iniziare con qualcosa di più semplice e concreto per il momento.

Il progetto viene riformulato e si decide di incaricare il Presidente di Commissione affinché presenti al Consiglio di Presidenza le seguenti linee progettuali:

  • scrittura da parte della Commissione di richieste da inviare agli organi competenti che denuncino gli ostacoli che negano agli studenti di avere le stesse opportunità e gli stessi diritti all’interno della loro istruzione; in particolare, si ritiene opportuno sottolineare la difficoltà che hanno alcuni studenti a partecipare ai viaggi di istruzione, alle attività della scuola e ad alcuni progetti di alternanza scuola-lavoro e le problematiche che hanno gli studenti disabili nella scelta di scuole che non sempre possono accoglierli;

  • lavoro di informazione e sensibilizzazione attraverso la creazione di una pagina Facebook ed Instagram che serva da sportello di denuncia e di condivisione per i ragazzi delle scuole; i membri della Commissione si impegnano per diffondere e pubblicizzare le pagine alle quali gli Studenti potranno inviare documenti, testi, poesie, foto inerenti alle tematiche prerogative della Consulta.

Una volta che si avranno elementi sufficienti all’interno di questo lavoro si potrà pensare se proseguire nell’idea del concorso aperto; ma in questo caso si stenderà nuovamente un progetto da far approvare al Consiglio di Presidenza.

L’ultima fase della seduta si concentra sulla discussione da parte dei presenti delle problematiche precise presenti nelle scuole.

Si rimanda alla prossima riunione una stesura più dettagliata delle stesse.

Il Presidente Damiano Moscardini.